Claudio Caffetto

Claudio Caffetto nasce a Brescia (I) il 7 maggio 1942.

Cresciuto nel clima dell’immediato dopoguerra, dimostra sin da giovane una grande passione per la pittura e scultura che lo porta presto ad approfondirne la conoscenza grazie al continuo e stimolante contatto con ambienti artistici del tempo e studi di architettura.

La predisposizione del suo spirito creativo lo spingono verso una maggiore libertà espressiva, verso la ricerca di un percorso artistico personale.

Più tardi l’indole spontanea e socievole e la passione per l’arte lo portano ad aprire la propria casa-museo e la propria fonderia ad artisti noti quali G. Cosentino, A. Meli, Berocal, R. Pigola, F. Grignani, Dadamaino, Delima Medeiros, Hsiao Chin, G.A. Cavellini, con i quali nasce uno stretto rapporto di collaborazione e si instaura un acceso dibattito artistico-culturale.

Tale collaborazione porterà alla creazione di singolari opere in diversi metalli quali bronzo, alluminio, rame e peltro, oltre a materiali come terracotta e legno.

Alcune di queste opere vengono proposte oggi da filoARTE, che vuole in tal modo ricordare un grande artista da poco scomparso.

Opere scelte